sabato 20 aprile 2013

Così.

Quello che sto vivendo è per me un periodo non proprio dei migliori. Mi ritrovo a lamentarmi troppo spesso di molte cose che non sono come io vorrei, ed essendo io una che proprio non sopporta chi si lagna tutto il tempo, va da sé che mi risulto antipatica da sola. MA: malgrado i miei innumerevoli difetti (che conosco, che non nego e che sto pian piano imparando ad accettare), confido in me stessa e nelle mie idee, e spero che un giorno non troppo lontano riuscirò a risollevarmi e a dare una svolta alla mia vita. :-)
Con questi pensieri nella testa, stamattina ho tirato fuori (dopo quasi due settimane) il supermeravigliosissimo regalo del mio orso per il mio trentesimo (argh!!!) compleanno: una fiammante Pfaff, la prima macchina da cucire tutta mia (finora usavo quella di mamma), che ancora non ero riuscita a toccare causa zero tempo libero.
E ne sono uscite due casette. Storte, sbagliate, sproporzionate, troppo lunghe, troppo strette. Però tutto sommato gradevoli. E quando le ho viste ho pensato: queste casette sono io.
I'm going through a not-so-perfect stage of my life, where I complain a lot and I hate myself for doing so. 
Anyways, despite my weaknesses and shortcomings (which I know about and try to slowly accept), I believe in myself and my ideas, and I hope that I'll soon be able to change all the things I don't like in my life. :-)
With these thoughts in mind, this morning I've used for the first time after almost two weeks from my 30th (eek!) birthday my new superamazinglyfabulous Pfaff, the sewing machine my boyfriend got me as a birthday present. 
The result of a sewing morning are these two little houses. They are crooked, wrong, out of proportion, too long, too tight. But they are pretty after all. When I saw them I thought: these houses represent me.


Non ho usato cartamodelli. Ho cucito d'impulso. Uno schizzo veloce su un pezzo di carta, un metro da sarta e qualche spillo per segnare dove tagliare, e via di forbici. Finestre e porte cucite a mano, il resto con la mia nuova migliore amica tedesca.
No patterns involved, it was a sewing impulse. A brief sketch on a piece of paper, some pins and a measuring tape and I was ready to cut. Door and windows are hand sewn, the remaining is my new german best friend's credit.



Era tantissimo che non usavo la macchina da cucire, e si vede. Ma non mi importa. Stanno in piedi da sole, sono colorate e allegre. Se ne fregano delle imperfezioni. E poi hanno un cuore.
I haven't used a sewing machine in ages, and you can see it all. But I don't care. They stand on their own, they're colorful and cheerful. They don't give a crap about imperfections. And above all, they have a heart.


20 commenti:

  1. hmmm un a pfaff.. quale? anche io ne ho una.... e non la cambierei con nessun'altra. La migliore compagna che si possa desiderare!!

    RispondiElimina
  2. Non sono sproorzionate...ma uniche fantasiose colorate morbide vivaci calde............. Come tutte noi creative con molte giornate storte, bravissima!!!kriss

    RispondiElimina
  3. è una piccola semplice pfaff meccanica. non ci possiamo permettere una pfaff elettronica, ma per me la mia piccola hobby vale ugualmente più di un diamante!

    RispondiElimina
  4. Che bello Kriss, grazie :->

    RispondiElimina
  5. Manu le cose imperfette e irregolari sono vibranti e piene di fascino

    RispondiElimina
  6. Hai ragione Veronica :) trovo spesso la bellezza nelle cose non propriamente perfette, anzi sono quelle che mi attirano di più. Il problema è che quando però si tratta di me, o di cose fatte da me, divento molto insicura e forse troppo autocritica. Devo lavorarci, e queste casette sono un inizio :)

    RispondiElimina
  7. Non essere troppo pessimista perchè è proprio nei momenti bui che si covano grandi idee...e le casette ne sono un esempio!!!Un abbraccio...Mari!

    RispondiElimina
  8. Anche questo è vero, grazie Mari.
    Evviva le mie sagge "seguaci"! :)

    RispondiElimina
  9. Manu, questo dell'imperfezione è un argomento che non hai idea di quanto mi sia caro, dal punto di vista umano e creativo. Io purtroppo invece convivo e accetto fin troppo bene le mie imperfezioni e dovrei imparare ad essere meno approssimativa, tanto per dirne una.
    Ma al di là dei buoni propositi: viva il vero fascino irregolare! (sembra il titolo di un film...)

    RispondiElimina
  10. Sì è vero, oppure di un libro: "vince il premio Strega... Il fascino irregolare" :D eheh.
    Stasera ho cucito un'altra casetta, stavolta col tetto a punta. Una casetta elfica. Mi sta piacendo questa cosa delle casette... la trovo quasi terapeutica.

    RispondiElimina
  11. Thank you Sue! Glad you like them. I'm going to make a whole village of these :)

    RispondiElimina
  12. Manu! Volevo scriverti per condividere alcuni dubbi-curiosità su vendite online, etsy eccNon ho trovato il tuo indirizzo mail però... Dove ti scrivo? Buona festa domani

    RispondiElimina
  13. L'indirizzo è berceuse57 chiocciola gmail punto com. Buon 25 aprile anche a te!

    RispondiElimina
  14. Manu grazie appena ho un attimo di calma ti scrivo. Ciao ciao

    RispondiElimina
  15. E io appena riesco ti rispondo più che volentieri :)

    RispondiElimina
  16. Uscite d'impulso ma ottimo risultato!
    Elisa

    RispondiElimina
  17. trovo i tuoi lavori sempre molto graziosi! ;)

    RispondiElimina