lunedì 16 maggio 2016

My felt Pilea (ovvero un tutorial per pollici neri)

Toc toc... c'è nessuno?

Se questo blog fosse un luogo reale, qui ci sarebbero delle ragnatele che neanche Spiderman...

Come state, bella gente?
Io bene, però omammaaa
è passato quasi un anno (aiuto!) dal mio ultimo post
ed è stato un anno in cui sono successe parecchie cose, anche...
principalmente una
che è fondamentalmente il motivo per cui non ho più bloggheggiato
(se mi seguite su Instagram sapete già di chi sto parlando)
insomma la colpa è tutto di questo cosetto qui
baby Lorenzo
A dire la verità non sono mai stata brava a gestire il blog
ci metto troppo tempo a scrivere, a tradurre, a preparare le foto...
Facebook e Instagram sono molto più rapidi e semplici
ma mi spiaceva davvero tanto abbandonare completamente questo spazio, che è stato così importante per me.

Per cui eccomi di nuovo qui, nella speranza di non far passare un altro anno dal prossimo post!
E per farmi perdonare la lunga assenza (ma sarò poi mancata un pochino, a qualcuno?) torno con un nuovo tutorial
semplice semplice, veloce veloce 

Eccola, la mia versione feltrosa della piantina che tutti vogliono
la Pilea Peperomioides, il must have del momento
Se vi interessate di interior design e simili l'avrete di certo già vista un po' ovunque, online o sulle riviste dedicate
Io, che sto a tutto ciò che è di tendenza come un camionista turco al bon ton, ovviamente non ne conoscevo minimamente l'esistenza
è la mia trendy sorellona che me ne ha parlato per la prima volta, qualche mese fa
e visto che pare essere difficilissima da trovare (se ne volete sapere di più, leggete questo post della mia amica Enrica) ho pensato: perché non provare a farne una in feltro?

Allora, per creare la vostra Pilea dovrete munirvi di:
| feltro verde; io ho usato quello mio solito di 1,5mm di spessore, ma va benissimo anche usarne di più spesso, anzi forse è pure meglio!
| "bastoncini" di fil di ferro verde, di quelli da fiorista per intenderci (li trovate nei vari brico o dal fioraio, ve ne bastano 4-5, io ho usato quelli standard che misurano circa 40 cm)
| tronchesina + pinza tonda
| filo mouliné giallo pallido + ago
| forbici
| vasetto di terracotta (senza buco sul fondo) di 8 cm di diametro
| pallina di polistirolo di 5 cm
| terriccio universale per piante
| sagome da stampare che trovate in fondo a questo post 
PROCEDIMENTO
1. Stampate e ritagliate le sagome in fondo a questo post. Fissate le sagome di carta a del feltro verde e ritagliatene alcune di diverse dimensioni (io ho usato 9 foglie, 2 grandi, 3 medie e 4 piccole). Se utilizzate un vasetto più grande, stampate le sagome aumentando le dimensioni (nella finestrella di stampa, selezionando "dimensione/scala personalizzata" o "custom scale"). Con l'aiuto della tronchesina, tagliate i bastoncini di fil di ferro per ricavare steli di diverse lunghezze (io ho usato steli di circa 15 cm per le foglie più grandi, più corti per quelle più piccole). Con la pinza tonda, arrotondate una delle estremità dello stelo per creare un piccolo occhiello, come in foto.


2. Col filo mouliné giallo pallido, attaccate il fil di ferro alla foglia facendo passare l'ago dal centro dell'occhiello all'esterno, cucendo lungo i suoi bordi, come in foto. Cucite "dentro e fuori", sempre partendo dal centro verso l'esterno, quanto basta a fissare il fil di ferro; quindi, girate la foglia e cucite sul diritto, riempiendo via via il "cerchietto" per ricreare l'attaccatura dello stelo delle foglie di Pilea. 

3. Una volta finito di cucire, fissate il filo mouliné con un nodo sul retro. CONSIGLIO: dopo aver fatto il nodo, fate passare l'ago tra i fili e solo dopo tagliatelo: in questo modo eviterete che un antiestetico "ciuffetto" di filo mouliné spunti da sotto le vostre foglie di Pilea.
4. Inserite la pallina di polistirolo nel vasetto. Se, come me, usate una pallina da 5 cm in un vasetto di 8 cm, dopo averla inserita metteteci un po' di terriccio per farla star ben ferma sul fondo. Infine, inserite le foglie nella pallina di polistirolo, cercando di "piantarle" tutte al centro, il più vicine possibile (fate alcune prove, magari senza ridurre il polistirolo un groviera come ho fatto io...), quindi coprite con terriccio a coprire per bene la pallina.

CONSIGLIO
(molto utile anzi fondamentale direi, che quai stavo dimenticando di darvi accidenti a me): 
se usate feltro sottile, come ho fatto io, spruzzate le foglie finite con della lacca per capelli (a tenuta extra forte è meglio), altrimenti col tempo tenderanno ad afflosciarsi. Spruzzate la lacca ad una certa distanza, su entrambe le pagine delle foglie e in uno strato sottile che non bagni la foglia tanto da macchiarla. 
Et voilà! La vostra esclusivissima Pilea è pronta :-)

Istruzioni per far vivere la vostra Pilea a lungo: 
NON innaffiare
NON esporre al sole diretto (il feltro sbiadisce!)
NON rinvasare
NON concimare
esporre sul più bel davanzale di casa per far invidia ai vicini
:-D

A presto (spero!)

{apri l'immagine in una nuova scheda/finestra e stampa le sagome mantenendo le dimensioni del file originali!}
{open the image in a new tab/window and print the templates keeping the original file size!}
Per favore, rispetta il mio lavoro e la mia creatività: se vuoi realizzare e pubblicare sul tuo blog un oggetto partendo da questo tutorial, sei gentilmente pregato/a di citarne la fonte con un link a questo post. La vendita di questo tutorial, di oggetti realizzati seguendo questo tutorial e la riproduzione per intero di questo tutorial su un altro sito sono espressamente vietate. Grazie!

Please, respect my work and my creativity: if you want to make an item from my tutorial or to blog about this project, remember to credit me and link back to this post. Do not reproduce my entire tutorial on your site. This tutorial is for non commercial use only. Thank you!

2 commenti:

  1. Assenza giustificata una volta conosciuto il piccolo Lorenzo!! Complimenti!!

    RispondiElimina